Noises

Una protesta rumorosa, fuori dalle regole, contro le regole, è una scelta di sicuro impatto. L’universo Noises cita il mondo delle periferie, con frequenti rimandi all’Europa dell’Est, teatro di proteste molto forti, dove la creatività del bisogno dà vita ad estetiche dissonanti e innovative. Emerge un’assenza quasi assoluta di genere. Si diffonde la tendenza a rivisitare ciò che è povero. Sono molti i rimandi all’abbigliamento da lavoro così com’è spiccata la nostalgia per le cose vissute. L’immagine, volutamente poco patinata e glamour, ambisce ad oltrepassare i confini della bellezza classica. L’intento di andare oltre le apparenze, di scavare in profondità, funziona. Capelli irregolari e sfilati contraddistinguono l’hair mood Noises. La parola d’ordine è libertà di movimento, un inno al look free style sia in versione ultra- straight sia nella sua variante “spettinata”. I tagli corti e medi sono scalati, con frangia netta e super pulita oppure con un ciuffo pieno e lungo che contribuiscono a equilibrare le forme. Le linee destrutturate si ottengono grazie a stratificazioni e scalature.